Formaconf Consorzio per la formazione e il Lavoro
  Home ›  CHI SIAMO    DOVE SIAMO   
Area Formazione
Formazione abilitante
Formazione superiore
Formazione continua


BANDI IN SCADENZA
FORMAZIONE A DISTANZA
CALENDARIO CORSI


Area Aziende
Corsi
Apprendistato
Servizi
Finanziamenti all'impresa


Area Orientamento
Orientamento al lavoro
Orientamento nelle Scuole



Ascom Pesaro - Confcommercio



 
Strumenti di ricerca attiva del lavoro
  •  Il Curriculum vitae


    E’ un documento nel quale vengono raccolte tutte le informazioni che riguardano noi stessi e il nostro percorso formativo/professionale.
    È il nostro biglietto da visita per entrare in contatto col mondo del lavoro e serve a trasmettere al destinatario un’immagine precisa di chi scrive; rappresenta quindi un efficace strumento di comunicazione atto a valorizzare la nostra candidatura. L'obiettivo, infatti, è quello di convincere che le competenze e le potenzialità descritte corrispondono esattamente al profilo ricercato e, quindi, suscitare un interesse per la convocazione ad un colloquio personale.
    Per saperne di più clicca qui

  • La Lettera di presentazione (o lettera di autocandidatura)


    La lettera di presentazione serve ad accompagnare il curriculum vitae, a completarlo, chiarendo alcuni aspetti fondamentali relativamente ai propri obiettivi: per quale motivo si invia il curriculum vitae? A quale tipo di lavoro si è interessati? Quali sono le motivazioni per le quali ci si candida a quella posizione lavorativa?
    Lo scopo principale della lettera di presentazione è quello di entrare in contatto con l’azienda per catturare l’attenzione del selezionatore e invogliarlo a leggere il curriculum allegato, con lo scopo di ottenere un colloquio.
    Per questo motivo la lettera che accompagna e introduce il CV è meno schematica e più spontanea del curriculum: lo stile del testo deve essere chiaro e sintetico, con un giusto equilibrio tra lo stile formale e la personalizzazione.
    Bisogna puntare ad esprimere in maniera efficace ed accattivante gli aspetti più salienti della propria personalità e professionalità, accennando alle competenze acquisite, alle proprie attitudini e potenzialità:
    punti di forza (disponibilità a viaggiare e a trasferimenti, a svolgere stage; competenze informatiche e linguistiche, ecc.);
    caratteristiche personali (flessibilità, capacità di rapportarsi con gli altri, interessi e motivazioni, ecc.);
    aspettative personali e professionali (percorso di studi; ambito professionale di interesse; precedenti esperienze lavorative; hobbies e interessi).
    La struttura formale di una buona lettera di presentazione cambierà a seconda che si stia rispondendo ad un annuncio o ci si autocandidi, e andrà in ogni modo personalizzata con precisi riferimenti ad elementi distintivi dell'azienda cui è indirizzata e alle caratteristiche personali su cui far leva.
    Esempio di lettera di presentazione.pdf

  • Il Colloquio di lavoro


    Il colloquio di lavoro è la fase centrale e determinante della selezione del personale in cui si ha l’opportunità di illustrare e valorizzare le proprie competenze per far capire di essere un buon candidato (e magari il migliore) per ricoprire il profilo per cui ci si candida.
    Il colloquio è un momento carico di tensione non solo per il candidato ma anche per il selezionatore; chi sta di fronte, infatti, ha l’arduo compito di raccogliere una serie di informazioni che gli permettano di formulare un giudizio preciso sul candidato per stabilire se è il candidato “giusto” per quel lavoro. Sbagliare significa assumere la persona sbagliata con tutti i relativi problemi che questo comporta: perdita di tempo, denaro, produttività, ecc. La sua mente quindi è assillata da una serie di domande che necessitano di risposte precise ed esaurienti.

    Il colloquio individuale si basa sulla comunicazione ed è pertanto fondamentale saper gestire le emozioni per riuscire a valorizzare le proprie capacità.
    Non sono importanti solamente le cose che si dicono ma anche l’atteggiamento che si assume. Per questo motivo occorre fare molta attenzione a:
    Þ Voce: tono, timbro, volume, ritmo;
    Þ Postura: movimenti del corpo, gesti, posizione delle gambe, delle mani, manipolazione degli oggetti;
    Þ Viso: sguardo, sorriso, posizione delle sopracciglia;
    Þ Corpo: uso dello spazio, vicinanza e lontananza;
    Þ Simboli: abbigliamento, ornamenti, pettinatura

    Gli obiettivi del colloquio sono:
  • mostrare una motivazione genuina alla posizione offerta;
  • presentare la tua persona e la tua professionalità;
  • mettere in risalto i tuoi punti di forza che ti rendono adatto alla posizione;
  • suscitare l’interesse del selezionatone affinché prenda in seria considerazione la tua candidatura.

    L’unico modo per raggiungere questi obiettivi è prepararsi in modo professionale.
    Per saperne di più clicca qui

  • Canali di ricerca del lavoro


    I canali di ricerca del lavoro sono numerosi ed ognuno di loro viene utilizzato dalle aziende con scopi diversi e per trovare figure professionali differenti.
    E’ necessario quindi individuare i canali vincenti e muoversi con metodo e perseveranza, ossia programmare bene tempi e metodi di ricerca e non lasciarsi scoraggiare dai primi insuccessi.
    Per saperne di più clicca qui

 
News
Elenco Completo News
Contatti
Staff
Iscriviti alla Newsletter
Modifica il tuo curriculum




©Formaconf 2006 Strada delle Marche 58 Pesaro P. Iva 02033940418
Powered by Minitech
Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies